Reykjavik Islanda 10 esperienze da non perdere

L’anno scorso, io e Giulio siamo andati in Islanda con mia sorella, Anita. Lei aveva solo una ragione per visitare l’isola: vedere l’aurora boreale. Inizialmente non ero particolarmente convinta, ma poi ho deciso di andare con lei perché l’Islanda mi ha affascinato. È probabilmente uno dei posti più strani che abbia mai visitato.

Abbiamo avuto quattro notti e cinque giorni per visitare Reykavik e vedere l’Aurora Boreale. Ci siamo riusciti ma non è stata una esperienza per i deboli di cuore. Se siete interessati a vedere l’Aurora Boreale dovete essere pronti a noleggiare un’auto, congelarvi la schiena e rimanere svegli tutte le notti andando in giro come pazzi. Preparatevi anche a 5 ore di luce solare: dalle 10:00 alle 15:00.

Siamo stati un po’ folli nel nostro viaggio, ma ne valeva la pena. L’Aurora Boreale era mozzafiato, ma anche la città di Reykavik era incantevole, piena di strade stupende, negozi carini e cibo incredibile.

Ecco le nostre migliori esperienze:

1. Hot dog (o pylsur)

Bæjarins di Reykjavik Beztu Pylsur è attivo da oltre 60 anni e serve alcuni dei migliori hot dog, preparati con una miscela di carne di manzo, agnello e maiale. Ordinalo eina með öllu, o con tutto, che include cipolle fritte e croccanti, cipolle crude, senape dolce e una remoulade cremosa. Non solo un posto per turisti, anche la gente del posto frequenta lo stand, soprattutto di notte dopo qualche cocktail.

Il nostro consiglio: Ordina due hot dog, dato che il primo si mangia in un boccone. Assicuratevi di portare monete di piccola taglia in modo da non ritardare la coda (già molto lunga).

2. Aurora boreale

Potete vedere l’Aurora Boreale tra Settembre e Aprile, ma non c’è alcuna garanzia. Siamo arrivati ​​in Islanda all’inizio di dicembre ed è stata la prima cosa nella nostra lista. Abbiamo avuto quattro notti per vederla e non si aveva alcun idea di dove andare o quando partire.

L’Aurora Boreale è notoriamente difficile da vedere. Se lo fate da soli, preparatevi a notti di sonno guidando a temperature inferiori allo zero con gli occhi puntati al cielo. È quello che abbiamo fatto e siamo riusciti a vedere un po’ di azione per due notti.

C’è un app gratis che vi da la possibilità di vedere L’aurora e i posti migliori. L’abbiamo usata e ha aiutato (ma è solo in inglese)!

Il nostro consiglio: Se volete qualcosa di più sicuro, ma che comunque sempre con gradi di incertezza, potete prenotare un tour dell’Aurora Boreale, ma sono costosi e non garantiscono nulla. Sono disponibili presso il centro di informazioni turistiche (indirizzo: Tjarnargata 11, 101).

3. Skyr

Se volete mangiare come un locale, dovete mangiare lo skyr, un prodotto caseario denso e cremoso che è meglio descritto come il matrimonio tra yogurt e formaggio fresco.

Realizzato con latte scremato pastorizzato e una coltura batterica simile allo yogurt, questa delicata e cremosa delicatezza viene spesso servita con marmellata di crema e una crostata ed ha un sapore un po’ come lo yogurt greco e la crema di frutta.

Il nostro consiglio: Siamo andati a Sandholt bakery per provare lo skyr insieme cioccolatini e altri dolci locali. Fantastico!

4. Cascata di Gulfoss

Cercate cosa fare in Islanda su internet e con ogni probabilità il primo risultato che vedrete è il Golden Circle. Quando abbiamo lasciato l’aeroporto per iniziare il nostro viaggio in Islanda, abbiamo deciso di dare un’occhiata alla tanto discussa Cascata di Gulfoss. Ci aspettavamo folle di turisti in lotta per lo spazio per ottenere uno scatto perfetto delle massicce cadute. Err, non proprio.

Faceva molto freddo e non c’erano troppe persone: solo burroni bellissimi, acqua che sgorgava e bellissimi arcobaleni che si formavano nello spruzzo dell’acqua. E’ uno spettacolo davvero sensazionale.

Il nostro consiglio: Attenzione al ghiaccio! Non fate come me, portate le scarpe adatte o rischierete di cadere ogni due secondi sulla strada che vi porta a questa cascata.

5. Gelato e formaggio

Gli islandesi mangiano il gelato tutto l’anno. È pazzesco! Ci sono molte buone gelaterie intorno a Reykjavik, come la Valdis o il Ísbúðin Laugalæk, che offre di tutto, dal tradizionale gelato alla vaniglia al pepe turco e alla liquirizia nera.

Assapora alcuni dei migliori gelati di Reykjavik e il loro famoso pane di segale con una pallina di gelato al pane di segale al Cafe Loki, un eccentrico bistrot proprio di fronte alla Hallgrímskirkja, la chiesa della città e il punto di riferimento più iconico. Se siete vegani, prova le varietà senza latte di Hafís, come il caramello.

6. Blue Lagoon

Il tempo fuori può essere spaventoso, anche in estate, ma le acque della spa geotermica Blue Lagoon in Islanda sono sempre stupende. Il complesso pulito e moderno comprende spogliatoi, un raffinato ristorante e caffetteria, e un sacco di acque curative per rilassarsi. L’acqua è in media 37-39 C, ed offre una sensazione piacevole di contrasto con la fredda aria esterna.

Il top è il bar sull’acqua, dove è possibile ordinare un bicchiere di champagne o, ancora meglio, una Laguna Blu. Giulio ha amato così tanto le piscine termale che ha rischiato di bagnare il suo Samsung solo per farsi un selfie!

Il nostro consiglio: I biglietti sono €70+ a persona e si esauriscono velocemente, quindi assicurati di comprarli online prima di andare in Islanda.

7. Squalo fermentato

E’ difficile trovare un locale che vorrebbe mangiare lo squalo fermentato o, meglio ancora, a suggerirlo a un turista gastronomico, ma è emblematico della cucina islandese come l’agnello. Nel passato, lo squalo era immerso nelle urine e posto sottoterra per “fermentare”, ma fortunatamente quella pratica è superata.

Lo squalo che troverai in ristoranti come Þrír Frakkar Baldursgata è fermentato con aceto e altri ingredienti più naturali ed è sempre accompagnato da un colpo di morte nera: una grappa chiara e non zuccherata che aiuta con il sapore forte (e l’odore) dello squalo.

Il nostro consiglio: Se vuoi provare l‘hakarl tradizionale, compra una vasca al supermercato come abbiamo fatto Giulio, io e mia sorella. Non l’ho provato, ma l’hanno fatto loro e non riescono ancora a spiegare quanto sia stato orribile.

8. Geysir ed i suoi gaiser

Situata a circa un’ora a nord-est di Reykjavík e parte del famoso giro del Golden Circle (insieme a Gullfoss), la zona delle sorgenti calde di Geysir comprende circa una dozzina di soffiature dell’acqua calda, tra cui l’omonimo Geysir. Lo sfiatatoio di Strokkur è il più popolare, principalmente perché regolarmente (ogni pochi minuti, di solito) fa uscire l’acqua bollente fino a 100 piedi nell’aria.

Il nostro consiglio: Vale ancora la pena dare un’occhiata alle altre piscine, anche se non sono scoppiate per anni o addirittura decenni, poiché di solito offrono colori interessanti e attività geotermiche ribollenti. Il sito ha anche un hotel, un negozio di souvenir, un bar e una mostra correlata.

9. Þingvellir National Park

Una delle più popolari gite di un giorno da Reykjavík, questa spettacolare e scenografica valle è sia il sito storico del parlamento vichingo islandese sia una meraviglia geologica a sé stante. Tra i punti salienti ci sono le scogliere di Almannagjá, dove i capi tribù dell’isola e la maggior parte della popolazione islandese si riunivano tradizionalmente per un annuale Alþing (assemblea generale), l’ultima delle quali si teneva fino al 1798.

Passerelle di legno intorno al parco conducono ad altri siti di interesse come la chiesa Þingvellir dal tetto nero e Þingvallavatn, il più grande lago naturale in Islanda. Ci sono anche cascate, valli piene di fiori e una ricca fauna selvatica.

È possibile organizzare una gita subacquea per esplorare la spaccatura tettonica che divide le placche euroasiatica e nordamericana, e c’è un centro visitatori con una splendida vista e un caffè decente, nonché mostre e un negozio di souvenir. In estate, è ottimo per le escursioni

Il nostro consiglio: In inverno, è il posto migliore per vedere l’Aurora Boreale.

10. Icelandic Fish & Chips

Il nostro posto preferito in assoluto a Reykjavik. Ottimo per mangiare o portare fuori (‘IL’ pesce in città), a prezzi ragionevoli e ottima atmosfera. Prova la loro insalata, ginger ale e naturalmente salse skyronaise (maionese con skyr). Abbiamo mangiato qui ogni giorno perché avevamo un budget, ma anche perché era estremamente delizioso.

Indirizzo: Tryggvagata 11, 101 Reykjavík, Iceland

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento