Shakshuka Uova in camicia con una salsa di pomodoro piccante

shakshuka
Vai alla ricetta

Shakshuka, una parola fantastica, secondo me! La parola deriva dal verbo arabo شك. Shakka significa “aderire, ammassarsi, aderire o coesistere”. E’ la parola perfetta per descrivere questo piatto. Questa settimana avevo la voglia disperata per le uova in camicia che abbiamo mangiato in Turchia. Se non siete ancora stati ad Istanbul, dovete andare subito, ora, in questo momento! E’ una città meravigliosa. Piena di monumenti incredibili, una vita notturna elettrica e cibo fantastico.

Durante la vacanza, Giulio ha trovato una ristorante locale che faceva la colazione tipica turca. C’erano tantissimi piatti salati e dolci serviti tutti insieme come le tapas e anche se non ricordo tutto quello che ho mangiato, ricordo queste uova in camicia in salsa al pomodoro. Erano cotte alla perfezione e avvolte in una salsa saporita fatta con peperoni, aglio e tanta harissa, la salsa piccante turca.

Questa settimana è stato caldo qui in Maremma, ma non potevo resistere un piatto di uova in camicia. Non le ho fatte a colazione, ma a pranzo ed erano buonissime! Però ho fatto una grande fatica a trovare la ricetta. Ho scoperto che la ricetta non è infatti turca, ma viene del nord africa.

shakshuka
shakshuka

Lo Shakshuka è un alimento base della cucina araba (libica, tunisina, algerina, marocchina, egiziana, saudita, levantina), tradizionalmente servita in una padella in ghisa o un tajine come in Marocco con il pane per rinfrescare la salsa di pomodoro.

Sebbene il piatto non sia originario del Levante, è stato portato in Israele dagli ebrei magrebini come parte dell’esodo ebraico di massa dalle terre arabe e mussulmane, dove è diventato un alimento base per le grandi comunità ebraiche tunisine, algerine ebraiche e marocchine ebraiche di Israele.

Secondo la scrittrice Claudia Roden, i cuochi tunisini hanno aggiunto al piatto i cuori di carciofo, le patate e le fave. Poiché le uova sono l’ingrediente principale, è spesso nei menu della colazione, ma in Israele è anche una cena popolare e può sfidare gli hummus e i falafel come piatti preferiti nazionali, specialmente in inverno.

La ricetta che ho trovato e condivido oggi e ispirata da una ricetta di Yotom Ottolenghi, un cuoco israeliano molto famoso. Lui dice che lo Shakshuka è diventato estremamente popolare a Gerusalemme e in tutta Israele come sostanziosa colazione o pranzo. La cucina tunisina ha un’appassionata storia d’amore con le uova e questa particolare versione dello shakshuka è la variante stagionale per l’estate e l’inizio dell’autunno. Le patate vengono utilizzate durante l’inverno e le melanzane in primavera.

shakshuka
shakshuka

Come fare lo shakshuka

La mia ricetta è quella originale senza altre verdura di stagione, ma potete aggiungerle se volete. La salsa per lo shakshuka è molto semplice ed molto simile ad un sugo per la pasta. I pomodori sono cotti sul fuoco molto basso finché sono morbidi con peperoni e harissa. Ammetto che è un piatto piuttosto piccante. La nostra harrissa e fatta in casa (ecco la ricetta dell’harissa) e brucia! Ma potete usare una quantità minore se volete o ometterla completamente. La salsa shakshuka sarà saporitissima anche senza l’harissa.

Se volete includere la melanzane, che secondo me, starebbero benissimo.

Green shakshuka ricetta

Un alternativa alla shakshuka tradizionale è uno shakshuka “verde” ovvero una ricetta senza pomodoro. Fatelo sostituendo il pomodoro e i peperoni con 100g di cavolo nero, 100g di spinaci e 50g di piselli surgelati. Servire con menta fresca e aneto.

In Israele, lo shakshuka è servito semplicemente con pane fresco e labna. Il labna è un formaggio morbido e cremoso a base di yogurt greco, molto popolare nella cucina mediorientale.

Labna fatto in casa

Potete fare il labna in casa mescolando yogurt greco con un po’ di succo di limone e sale. Lasciarlo a scolare nel frigo in un colino foderato con carta assorbente per una notte. Ed ecco, avrete labna fatta in casa. Facile!

shakshuka

Shakshuka (Uova in camicia in stile nordafricano con una salsa di pomodoro piccante)

Lo Shakshuka è di origine tunisina, ma è diventato estremamente popolare a Gerusalemme e in tutta Israele come sostanziosa colazione o pranzo. La cucina tunisina ha un'appassionata storia d'amore con le uova e questa particolare versione dello shakshuka è la variante stagionale per l'estate e l'inizio dell'autunno. Le patate vengono utilizzate durante l'inverno e le melanzane in primavera.

Tempo di preparazione5 minCottura30 min
DifficoltàPrincipiante

DOSI PER:

4 persone

&nbsp

Ingredienti

2 cucchiaio olio d'oliva
2 cucchiaio harissa
2 cucchiaino passata di pomodoro
2 peperoni rossi, tagliati in dadi
4 spicchi d'aglio
1 cucchiaino cumino
5 pomodori, tritati
4 uova
4 tuorli d'uovo
120 grammi labna o yoghurt greco, da servire

Preparazione

1

Scaldare l'olio d'oliva in una padella grande a fuoco medio e aggiungere l'harissa, concentrato di pomodoro, peperoni, aglio, cumino e 3/4 di cucchiaino di sale. Mescolare e cuocere a fuoco medio per circa 8 minuti per consentire ai peperoni di ammorbidirsi.

2

Aggiungere i pomodori, portare a ebollizione e cuocere per altri 10 minuti fino ad ottenere una salsa piuttosto densa.

3

Fare 8 piccoli fori nella salsa. Rompere delicatamente le uova e versarle con cura nel loro intingolo. Fare lo stesso con i tuorli. Usare una forchetta per far ruotare leggermente gli albumi con la salsa, facendo attenzione a non rompere i tuorli. Far bollire delicatamente per 8-10 minuti, fino a quando gli albumi sono cotti, ma i tuorli sono ancora gocciolanti (puoi coprire la padella con un coperchio se desiderate accelerare il processo).

4

Togliere dal fuoco, lasciare riposare un paio di minuti, quindi mettere il cucchiaio in piatti singoli e servire con lo yogurt e il pane.

Ingredienti

 2 cucchiaio olio d'oliva
 2 cucchiaio harissa
 2 cucchiaino passata di pomodoro
 2 peperoni rossi, tagliati in dadi
 4 spicchi d'aglio
 1 cucchiaino cumino
 5 pomodori, tritati
 4 uova
 4 tuorli d'uovo
 120 grammi labna o yoghurt greco, da servire

Preparazione

1

Scaldare l'olio d'oliva in una padella grande a fuoco medio e aggiungere l'harissa, concentrato di pomodoro, peperoni, aglio, cumino e 3/4 di cucchiaino di sale. Mescolare e cuocere a fuoco medio per circa 8 minuti per consentire ai peperoni di ammorbidirsi.

2

Aggiungere i pomodori, portare a ebollizione e cuocere per altri 10 minuti fino ad ottenere una salsa piuttosto densa.

3

Fare 8 piccoli fori nella salsa. Rompere delicatamente le uova e versarle con cura nel loro intingolo. Fare lo stesso con i tuorli. Usare una forchetta per far ruotare leggermente gli albumi con la salsa, facendo attenzione a non rompere i tuorli. Far bollire delicatamente per 8-10 minuti, fino a quando gli albumi sono cotti, ma i tuorli sono ancora gocciolanti (puoi coprire la padella con un coperchio se desiderate accelerare il processo).

4

Togliere dal fuoco, lasciare riposare un paio di minuti, quindi mettere il cucchiaio in piatti singoli e servire con lo yogurt e il pane.

Shakshuka (Uova in camicia in stile nordafricano con una salsa di pomodoro piccante)

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento