Coriandolo fresco e secco

Coriandolo fresco

Originario dell’Asia meridionale, le foglie di coriandolo fresche, comunemente note come coriandolo e prezzemolo cinese, è usato come contorno importante per insalate e zuppe asiatiche. Il coriandolo ha un sapore agrumato sottile e praticamente nessun profumo. Questo è uno di quegli ingredienti che non lo notate particolarmente quando è parte del piatto, ma è molto evidente la sua assenza.

Facilmente reperibile nei mercati sia occidentali che asiatici, un buon coriandolo dovrebbe avere foglie verdi e steli sottili senza macchie. Qualsiasi ingiallimento o colorazione indica foglie vecchie e dovrebbe essere evitato.

Il coriandolo deve essere lavato dopo essere stato acquistato e lasciato asciugare all’aria prima di un ultimo tamponamento con salviette di carta o con un canovaccio da cucina per garantire il minor quantitativo di umidità possibile.

Se non potete trovare il coriandolo fresco nel vostro supermercato, comprate i semi. Sono disponibili in quasi negozio di giardinaggio. Il coriandolo è una pianta facile da far crescere. Piantelo dalla fine di maggio fino a settembre e la pianta sarà pronta da usare in circa sei settimane.

Cos’è il coriandolo?

Le foglie verdi del coriandolo sono usatissimi nelle cucine della Thailandia, Vietnam, India e Messico e aggiungono un sapore meraviglioso e complesso ai piatti. Esteticamente è simile al prezzemolo ma è lì che finisce la somiglianza. Le foglie del coriandolo aggiungono un calcio pungente a guacamole e salse e, insieme alle radici e agli steli, vengono utilizzate per aggiungere un sapore distintivo ai curry.

Originario della regione mediterranea, il coriandolo cresce spontaneo in una vasta area dell’Europa. Gli egiziani usavano il coriandolo già nel 1550 a.C. Gli antichi romani lo abbinavano al cumino e all’aceto e lo utilizzavano come conservante per la carne. Le persone nel Medioevo lo hanno aggiunto alle loro pozioni d’amore. Gli antichi greci lo coltivavano anche e ci sono prove che fosse usato nella fabbricazione di profumi.

COME CONSERVARE IL CORIANDOLO FRESCO

Tagliare circa mezzo centimetro dallo stelo. Questo aiuta il coriandolo ad assorbire più acqua. Metterlo in un contenitore con un po’ d’acqua. Coprire con una bustina di plastica. Se conservato correttamente senza umidità, il coriandolo si manterrà per circa due settimane. Con troppa umidità, le foglie andranno a male molto rapidamente.

Se invece volete conservare il coriandolo per tutto l’anno, la soluzione migliore è quella di congelarlo. Però non essere tentato di mettere l’intera pianta nel congelatore. Gli enzimi nel coriandolo sopravvivono al congelamento e trasformeranno l’erba molliccia e morbida.

Scottate le foglie fresche di coriandolo in acqua bollente per 5 secondi, quindi asciugate con un tovagliolo di carta. È quindi possibile congelare le foglie intere in un sacchetto di plastica o frullare il coriandolo con un cucchiaio di olio d’oliva e un cucchiaio nei vassoi dei cubetti di ghiaccio per un facile utilizzo nella prossima ricetta.

Come scegliere di coriandolo

Quando comprate il coriandolo al supermercato, scegliere un mazzo con le foglie e steli verde brillante. Evitare il coriandolo con foglie gialle o appassite o foglie con macchie nere o altri danni visibili. Il coriandolo dovrebbe avere un profumo dolce e fresco, non spiacevole.

Benefici del coriandolo

Il coriandolo è una buona fonte della vitamina A (importanti per la crescita e lo sviluppo e il mantenimento del sistema immunitario), vitamina C (necessarie per la crescita e la riparazione dei tessuti del corpo) e la vitamina K (che aiuta il sangue a coagulare).

Contiene anche minerali come potassio (che aiuta a regolare la pressione sanguigna), manganese (che aiuta a regolare della funzione cerebrale e nervosa) e magnesio (che aiuta a regolare la funzione muscolare, cardiaca e nervosa e mantiene delle ossa forti).

Il coriandolo contiene fibre alimentari, che è importante per un intestino sano.

100g di coriandolo forniscono 95 kJ.

Ebook gratis
WEEKNIGHT EXPRESS include 10 ricette etniche esclusive. E' una collezione di pasti fatti per i giorni feriali esotici e sfiziosi, ma facili da preparare.
Iscriviti per ottenere 32 pagine di ricette da visualizzare sul tablet, e-book reader o telefono.

Come vieni coltivato ​​e raccolto?

Il coriandolo è facile da coltivare, ma durante l’estate la pianta a foglia verde si “palpa” rapidamente e produce fiori e semi. Per questo motivo, se volete raccogliere la foglia, è meglio coltivare il coriandolo durante i mesi più freddi dell’anno.

Il coriandolo richiede molta acqua e dovrebbe essere piantato nel terreno che drena bene. Può crescere fino a 60 cm. Una volta che le piante sviluppano fiori smettono di produrre più foglie. Per avere una scorta continua di foglie di coriandolo, seminare di nuovo ogni poche settimane durante la stagione di crescita.

Scegliere le singole foglie di coriandolo da utilizzare nelle ricette o raccogliere l’intera pianta e usare le foglie, gli steli e le radici in cucina.

Semi di coriandolo

Un ingrediente vitale in molti spezzatini e zuppe nella cucina asiatica, i semi di coriandolo conferiscono un sapore più profondo rispetto alla sua controparte fresca. Non è una spezia con una fragranza o un sapore particolarmente travolgente, ed è facile trascurarne l’uso fino a quando non si nota che qualcosa nel piatto manca.

Il coriandolo macinato è uno di quegli ingredienti che servono nell’equilibrio di sapori del piatto, senza però coprire le altre spezie. Venduto comunemente nei supermercati, il coriandolo macinato deve essere conservato in un’area fresca e asciutta. Questa versione di coriandolo è nota per aiutare la digestione, stimola il basso appetito, ha proprietà anti-batteriche e serve come diuretico.

Il coriandolo è ampiamente utilizzato nella cucina latino-americana e messicana. Prova ad aggiungere un cucchiaino la prossima volta che preparate enchiladas o anche solo una pentola di fagioli. Troverete anche il coriandolo in molta cucina indiana, dove è usato come una delle spezie in molti piatti di curry. Si abbina egregiamente con pesce e pollo e aggiunge un bel sapore brillante alle salse come la raita.

Sostituto per il coriandolo

Potete comprare i semi di coriandolo nei negozi dei giardinaggio e coltivarlo a casa, se ne avete bisogno ora e non ce l’avete, potete sostituire il coriandolo fresco con prezzemolo o basilico fresco italiano.

Sostituire il coriandolo in semi con semi di cumino.

Come usare il coriandolo

Provarlo in un piatto di pesce mediorientale – Mescolare insieme le foglie di coriandolo tritate, noci tritate, aglio tritato, succo di limone, cannella in polvere e pepe di cayenna, quindi mettere questo intruglio nella cavità di un pesce con il dentice o l’occhio azzurro e cuocere nel forno fino a quando il pesce è cotto.

Preparare delle polpette – Mescolare insieme la macinata di maiale (o macinata di manzo), un uovo sbattuto, le foglie di coriandolo tritate, menta tritata, peperoncini verdi e rossi tritati e il sale, quindi formare delle polpette, friggerli e servirli condite con altre foglie di coriandolo e cetriolo tagliato a fettine sottili.

Aggiungere un tocco tailandese ai gamberi – Marinare i gamberi crudi in una miscela di foglie di coriandolo tritate, succo di lime, olio, salsa di pesce, aglio tritato e scalogno affettato, quindi grillare i gamberi, aggiungere il coriandolo e servirli con spicchi di lime accanto a un’insalata verde.

Preparare un condimento per l’insalata – Mescolare insieme del peperoncino rosso, aglio e zenzero, aggiungere il succo di lime, miele, aceto balsamico e foglie di coriandolo, quindi aggiungere olio d’oliva e versare tutto sopra l’insalata.

Godere una semplice zuppa – Friggere delle carote, cipolla e peperoncino tritati, aggiungere il brodo vegetale e foglie di coriandolo tritate, quindi frullare tutto nel frullatore e servire con pane croccante.

… O provare il coriandolo in queste ricette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.