Crema Catalana ricetta originale spagnola

Vai alla ricetta

L’estate scorsa, sona stata in vacanza con le mie amiche in Spagna, godendo il bel tempo in Andalusia e mangiando churros e crema catalana!

crema catalana

Nella nostra cucina in Toscana, i dessert a base di uova sono di solito qualcosa che non facciamo mai. Ogni volta, ne provo uno, l’uovo si caglia nel forno e sembra che mangiamo una frittata dolce. Giulio quindi li evita come la peste e sono costretta a mangiarli tutti da sola! Infatti, ogni volta che preparo un dessert che non piace a Giulio, non celo faccio a buttarlo, quindi mangio intere torte, sacchetti di biscotti e vaschette di gelato da sola! #VitaNonCosìSana!

Ma questo fine settimana, avevo una voglia matta di ricreare la crema catalana originale che ho mangiato in Spagna e volevo che Giulio la assaggiasse, visto che non c’era l’anno scorso. È stato in Spagna quando era un adolescente, ma immagino che era troppo impegnato a bere sangria e mangiare paella per guardare il menu dei dessert. Così ho fatto delle ricerche online, ho tirato fuori tutti i miei libri di cucina spagnoli e ho preparato delle crema catalane!

Mi ci è voluto un po’ per trovare la ricetta originale per la crema catalana perfetta, quindi ora ho qualche centinaio di tentativi falliti in giro per la cucina! Colazione preparata!

Questa ricetta della rema catalana è adattata da The Food of Spain di Claudia Roden, uno dei miei libri di cucina spagnoli preferiti!

crema catalana

Cosa è la crema catalana?

Si può supporre che la Catalogna abbia dato alla luce questa prelibatezza pasticciera, ma le sue origini provinciali e persino la sua identità nazionale (ma ne parleremo più avanti), non sono chiare.

Tradizionalmente, la crema catalana o la crema di Sant Josep, come viene chiamata in modo parrocchiale, è stata prodotta da nonne e zie zitelle e servita in un piatto di terracotta poco profondo solo nel giorno di San Giuseppe il 19 marzo, per la festa del papà. Oggi il dessert è apprezzato tutto l’anno in Spagna e la sua preparazione non è più l’unico dominio delle nonne e delle zie zitelle. Esistono molte preparazioni commerciali di crema pasticciera in polvere sul mercato ma, come sostengono molti chef, non c’è sostituto per una crema pasticciera vecchio stile.

crema catalana

Crema catalana v creme bruleè

Sia i francesi che gli inglesi rivendicano anche le origini di versioni simili, più conosciute, del dessert – la creme brûlée e la burnt cream. Prove aneddotiche suggeriscono che la crema catalana precede le versioni francese e britannica, che compaiono entrambe in letteratura nel corso del 17° secolo.

Le principali differenze sono:

  • La Crema Catalana è generalmente prodotta con latte, usando l’amido di mais per addensare, mentre la crema brûlée è fatta con la panna.
  • Mentre la crema brûlée è normalmente aromatizzata alla vaniglia, la crema catalana è infusa con arancia e spesso limone e cannella.
  • Crème brûlée è una crema più spessa e la crosta tende ad essere più spessa.
  • Infine, il modo in cui sono cotte è un po’ diverso. La crema brûlée viene solitamente preparata a bagnomaria, mentre potete fare la crema catalana direttamente in padella a fuoco basso.
crema catalana
crema catalana

Come fare la crema catalana

Fare la crema – Scaldare il latte con i pezzi di scorza di arancia e limone e una stecca di cannella.

Aggiungere le uova – Sbattere insieme i tuorli, lo zucchero e l’amido di mais. Aggiungere gradualmente il composto nel latte caldo, sbattendo per non ottenere grumi di uova strapazzate.

Cuocere la crema – Abbassare il fuoco, mescolando continuamente fino a quando non si addensa.

Versare – Versare nelle piccole pirofile in ceramica, lasciare raffreddare e conservare in frigorifero per almeno 4 ore.

Fare la crosta di zucchero – Cospargere uniformemente lo zucchero sopra la parte superiore e poi sciogliere lo zucchero con una torcia da cucina o seguire la nostra tecnica qui sotto per farlo senza!

crema catalana

Consigli per la crema catalana perfetta

Questa ricetta della crema catalana è un ottimo dessert spagnolo da preparare in anticipo, poiché è molto semplice, ma richiede tra le 2 e le 3 ore di refrigerazione prima di servire.

Potete fare la crema il giorno prima di servirla e lasciarla in frigorifero fino a quando non siete pronti per mangiarla. Non preparare la crosta fino a quando non siete pronti per servirla o si scioglierà e diventerà morbida in frigorifero.

Mettere la crema pasticciera in un piatto abbastanza basso da garantire un rapporto uniforme tra zucchero bruciato e crema pasticciera appiccicosa. La Crema Catalana è tradizionalmente preparata in una cazuela, un piatto da forno in argilla.

Non tutti gli zuccheri funzionano come gli altri. La prima volta che ho fatto questo, ho provato con uno zucchero più grosso e grezzo e non si è sciolto. Ho quindi provato lo zucchero semolato fine e ha funzionato perfettamente.

Il trucco per fare la crosta della crema catalana senza una torcia

Preparavo la crosta per la mia crema catalana sotto la griglia, ma non era mai la stessa di quella che avreste ottenuto con una torcia da cucina! Non era mai abbastanza marrone o abbastanza caramellata e la crema pasticciera avrebbe sempre iniziato a diventare calda e morbida. Poi ho trovato questo incredibile trucco, che usa un cucchiaio. E ha funzionato perfettamente.

Guardate il video per vedere come ho fatto o seguire questi passi!

  • Preriscaldare la griglia fino a quando è molto calda.
  • Cospargere 2-3 cucchiai di zucchero sopra le creme catalane (volete uno strato bello e uniforme).
  • Mettere una crema catalana sotto la griglia e attendere fino a quando lo zucchero inizia a sciogliersi.
  • Nel frattempo scegliere un cucchiaio di metallo che non vi piace tanto e posizionalo su una fiamma alta sul fornello. Lasciare che la base del cucchiaio diventi abbastanza calda da sembrare rossa.
  • Rimuovere la crema catalana dalla griglia (attenzione, farà calda!). Rimuovere il cucchiaio dal fornello (la maniglia non dovrebbe essere calda perché le posate non conducono calore) e bruciare la parte superiore della crema catalana con essa. Riscaldare il cucchiaio per ogni crema catalana, pulendo il cucchiaio dopo ogni utilizzo.
  • Fatelo con una crema catalana alla volta o lo zucchero si scioglierà troppo e la crema pasticciera diventerà calda.
crema catalana

Ricetta originale della crema catalana

Nella nostra cucina in Toscana, i dessert a base di uova sono di solito qualcosa che non facciamo mai. Ogni volta, ne provo uno, l'uovo si caglia nel forno e sembra che mangiamo una frittata dolce. Giulio quindi li evita come la peste e sono costretta a mangiarli tutti da sola! Infatti, ogni volta che preparo un dessert che Giulio non piace, non celo faccio a buttarlo, quindi mangio intere torte, sacchetti di biscotti e vaschette di gelato da sola! #VitaNonCosìSana!

Tempo di preparazione30 minCottura3 ore
DifficoltàPrincipiante

DOSI PER:

4 persone

&nbsp

Ingredienti

400ml di panna
400ml di latte
2 pezzi di scorza di limone e arancia, rimossi con un pelapatate
1 bastoncini di cannella
1 baccelli di vaniglia, divisi longitudinalmente e semi raschiati, o 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
5 tuorli d'uovo
2 cucchiai di amido di mais
80g di zucchero semolato, più un extra per spolverare

Preparazione

1

Unire la panna, latte, scorza di limone e arancia, cannella e vaniglia in una grande casseruola a base pesante a fuoco medio e portare ad ebollizione. Raffreddare e filtrare attraverso un setaccio fine, scartando i solidi.

2

Sbattere i tuorli, lo zucchero e l'amido di mais fino a ottenere una consistenza densa e pallida. Aggiungere gradualmente il composto nel latte caldo, sbattendo per non ottenere grumi di uova strapazzate.

3

Riportare la miscela in una casseruola pulita a base pesante e cuocere, mescolando continuamente, a fuoco medio o fino a quando la miscela è densa e ricopre la parte posteriore di un cucchiaio di legno. Raffreddare leggermente, quindi filtrare in una brocca.

4

Versare la crema pasticcera in pirottini in ceramica poco profondi e conservare in frigorifero per almeno 3 ore.

5

Per servire, cospargere uniformemente le cime di ramekin con zucchero. Preriscaldare la griglia fino a quando è molto calda. Mettere una crema catalana sotto la griglia e attendere fino a quando lo zucchero inizia a sciogliersi. Nel frattempo scegliere un cucchiaio di metallo che non vi piace tanto e posizionalo su una fiamma alta sul fornello. Lasciare che la base del cucchiaio diventi abbastanza calda da sembrare rossa. Rimuovere la crema catalana dalla griglia (attenzione, farà calda!). Rimuovere il cucchiaio dal fornello (la maniglia non dovrebbe essere calda perché le posate non conducono calore) e bruciare la parte superiore della crema catalana con essa. Riscaldare il cucchiaio per ogni crema catalana, pulendo il cucchiaio dopo ogni utilizzo.

6

Fatelo con una crema catalana alla volta o lo zucchero si scioglierà troppo e la crema pasticcera diventerà calda.

Ingredienti

 400ml di panna
 400ml di latte
 2 pezzi di scorza di limone e arancia, rimossi con un pelapatate
 1 bastoncini di cannella
 1 baccelli di vaniglia, divisi longitudinalmente e semi raschiati, o 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
 5 tuorli d'uovo
 2 cucchiai di amido di mais
 80g di zucchero semolato, più un extra per spolverare

Preparazione

1

Unire la panna, latte, scorza di limone e arancia, cannella e vaniglia in una grande casseruola a base pesante a fuoco medio e portare ad ebollizione. Raffreddare e filtrare attraverso un setaccio fine, scartando i solidi.

2

Sbattere i tuorli, lo zucchero e l'amido di mais fino a ottenere una consistenza densa e pallida. Aggiungere gradualmente il composto nel latte caldo, sbattendo per non ottenere grumi di uova strapazzate.

3

Riportare la miscela in una casseruola pulita a base pesante e cuocere, mescolando continuamente, a fuoco medio o fino a quando la miscela è densa e ricopre la parte posteriore di un cucchiaio di legno. Raffreddare leggermente, quindi filtrare in una brocca.

4

Versare la crema pasticcera in pirottini in ceramica poco profondi e conservare in frigorifero per almeno 3 ore.

5

Per servire, cospargere uniformemente le cime di ramekin con zucchero. Preriscaldare la griglia fino a quando è molto calda. Mettere una crema catalana sotto la griglia e attendere fino a quando lo zucchero inizia a sciogliersi. Nel frattempo scegliere un cucchiaio di metallo che non vi piace tanto e posizionalo su una fiamma alta sul fornello. Lasciare che la base del cucchiaio diventi abbastanza calda da sembrare rossa. Rimuovere la crema catalana dalla griglia (attenzione, farà calda!). Rimuovere il cucchiaio dal fornello (la maniglia non dovrebbe essere calda perché le posate non conducono calore) e bruciare la parte superiore della crema catalana con essa. Riscaldare il cucchiaio per ogni crema catalana, pulendo il cucchiaio dopo ogni utilizzo.

6

Fatelo con una crema catalana alla volta o lo zucchero si scioglierà troppo e la crema pasticcera diventerà calda.

Crema Catalana

Cercate altre ricette spagnole? Prova i nostri Churros con Champurrado (salsa al cioccolato) o La Paella Mista Perfetta

Ebook gratis
WEEKNIGHT EXPRESS include 10 ricette etniche esclusive. E' una collezione di pasti fatti per i giorni feriali esotici e sfiziosi, ma facili da preparare.
Iscriviti per ottenere 32 pagine di ricette da visualizzare sul tablet, e-book reader o telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.