Dorayaki originali

dorayaki originali
Vai alla ricetta

Il dorayaki è forse uno dei dolci giapponesi più conosciuti e popolari. È tradizionalmente costituito da due piccoli frittelle rotonde, unite da una pasta di fagioli rossi, chiamata anko.

I dorayaki originali non sono i pancake, quindi qui vi presentiamo la ricetta dei dorayaki giapponesi originale!

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare e nonostante il loro aspetto, le due torte che compongono i dorayaki originali non sono esattamente pancake. Infatti, la loro ricetta deriva da una torta portoghese, “castella” (in giapponese, kasutera), importata dai missionari nel sedicesimo secolo. La kasutera ha una consistenza di pan di spagna, con una forma e sapore diversa da un pancake!

I dorayaki originali sono anche più morbidi di un classico pancake, e inoltre, il termine pankeki corrisponde a un tipo di pancake completamente diverso in Giappone.

Abbiamo scelto di condividere la ricetta per i dorayaki originali perché la gente ci dice sempre che i dolci asiatici sono terribili.

Le tradizionali dolci giapponesi, o wagashi, possono essere troppo strani con i palati occidentali:

La consistenza appiccicosa di mochi (riso pestato) e il ripieno dolce (pasta di fagioli) che vengono spesso usati sono molto diversi dalla maggior parte delle torte e dei biscotti europei.

Ricordo quando eravamo in Giappone. Abbiamo comprato un cofanetto per i genitori di Giulio e li hanno odiati! Nessuno voleva mangiare la gelatina di riso morbida e soffice!

Ma i dorayaki sono il dessert asiatico per principianti perfetto. Sono deliziosi, facili da preparare e non hai bisogno di ingredienti speciali.

dorayaki originali

Diverse storie circondano la creazione dei dorayaki originali. La parola dora significa “gong” in giapponese, e il nome del dolce verrebbe dalla sua forma rotonda e dal suo colore dorato. Si dice che il monaco guerriero Saito no Musashibo Benkei (1155-1189) un giorno lasciò il gong con un contadino con cui si nascondeva.

Dopo la sua partenza, il contadino ha fritto una torta sullo strumento e così ha inventato i dorayaki originali. Ma si dice anche che il contadino e sua moglie hanno servito una torta di questo tipo al Benkei, che poi è diventato popolare. È davvero impossibile sapere la verità!

Anche se si ritiene che le origini del dorayaki originali siano antiche, ha assunto la sua forma attuale solo all’inizio del 20° secolo. Durante il periodo Edo (1603-1867) un dorayaki era una torta ripiegata, come una frittata o un pastoncino piuttosto che un panino rotondo, e l’impasto era molto più sottile.

Fu creato per la prima volta come un panino con morbidi pancakes a forma di torta nel 1914 da una pasticceria di Ueno, Tokyo, chiamata Usagiya (Casa dei conigli).

Dopo aver perso il favore, i dorayaki originali sono diventati famosi grazie a Doraemon, un personaggio degli anime degli anni ’80. Un robot gatto blu che ama il dorayaki. si imbatte regolarmente in tutti i tipi di problemi a causa della sua ossessione per la torta rotonda.

dorayaki originali
dorayaki originali
dorayaki originali
dorayaki originali

Consigli sull’impasto

Come molti dolci giapponesi, i dorayaki originali ha alcuni ingredienti strani tra cui salsa di soia, mirin e miele, ma con il passaggio del tempo, la ricetta è stata semplificata per essere più facile da preparare a casa.

Il nostro dorayaki è un’autentica ricetta moderna, ovvero la ricetta dorayaki senza miele, mirin e salsa di soia.

Ma abbiamo aggiunto un pizzico di polvere di tè verde alla pastella. Questo non cambia il colore, ma cambia il sapore.

Il sottile sapore affumicato del matcha si sposa magnificamente con la marmellata di ciliegie e la panna fresca. Potere acquistare il matcha online o nei supermercati asiatici. È un tipo di tè verde giapponese che si presenta sotto forma di polvere piuttosto che come foglie di tè. Potete ometterlo se volete.

È molto comune trovare dorayaki aromatizzato in Giappone. Un po’ come i macarons in Francia, ora si trovano con mille gusti.

E’ il ripieno?

Mentre il solito ripieno di dorayaki originali è tsubu-an (fagiolo adzuki zuccherato e schiacciato), negli ultimi anni sono diventati popolari tutti i tipi di ripieni diversi.

Una di queste alternative si chiama dorama (fresco o crudo) nama, che si riferisce all’uso di panna fresca. Altri ripieni includono la Nutella (!|), crema di patate dolci e crema di castagne.

Usiamo marmellata di ciliegie come un cenno ai famosi fiori di ciliegio del Giappone. La ciliegia è un gusto popolare in Giappone e pensiamo che sia la scelta perfetta per questi dorayaki aromatizzati al tè verde!

NB: Dorayaki è meglio consumato il giorno della produzione. Si asciugano rapidamente e diventeranno come rocce se non li mangi subito!

dorayaki originali

Dorayaki Originali

Tempo di preparazione15 minCottura15 min
DifficoltàIntermedio

DOSI PER:

4 persone

&nbsp

Ingredienti

3 uova
120 grammi zucchero
180 grammi farina per i dolci
1 cucchiaino matcha
½ cucchiaio glucosio
½ cucchiaino lievito per i dolci
2 cucchiaio olio vegetale
300 ml panna da montare
marmellata di ciliegia o di fagiolo adzuki, ricetta da seguire
Marmellata di fagiolo adzuki
120 grammi fagioli rossi
120 grammi zucchero
1 cucchiaino sale

Preparazione

Marmellata di fagioli di adzuki
1

Immergere i fagioli rossi in una ciotola d'acqua durante la notte. Il giorno dopo, scolare e sciacquare i fagioli. Mettere i fagioli in una grande casseruola con l'acqua e portare ad ebollizione per 1 minuto. Abbassare il fuoco e cuocere per 2 ore. Aggiungere dell'acqua durante questo periodo, se necessario, per mantenere i fagioli completamente immersi.

2

Aggiungere metà dello zucchero e il sale ai fagioli e continuare a cuocere a fuoco medio per altri 2 minuti. Mescolare lo zucchero rimasto e cuocere, scoperto, per altri 45 minuti, fino a quando il liquido è evaporato e la miscela è diventata una pasta spessa. Lasciare raffreddare e quindi conservare in frigorifero per un massimo di 1 settimana.

Per i dorayaki
3

Sbattere le uova e lo zucchero fino a renderle lucide in una grande ciotola.

4

In una ciotola separata, setacciare la farina e della polvere di matcha insieme. Ripetere questo 3 volte in modo che il matcha e la farina si combinino bene.

5

Aggiungere lentamente la farina di matcha setacciata nella miscela di uova e piegare delicatamente. In una ciotola separata, mescolare insieme 85 ml di acqua e il glucosio e quindi aggiungere il lievito. Incorporare la farina e la miscela di uova, quindi unire per formare una pastella liscia e densa. Se la consistenza è troppo rigida, aggiungi un po' più di acqua. Mettere da parte per 15-20 minuti.

6

Scaldare un po' di olio o burro in una padella larga a fuoco medio-basso. Aggiungere mestoli di pastella alla padella per fare giri di 8-10 cm di diametro, adattandone quanti ne puoi mettere nella padella. Dopo alcuni minuti, le bolle dovrebbero iniziare a comparire sulla superficie e il fondo inizierà a diventare leggermente marrone. Capovolgere e cuocere l'altro lato per altri 2-3 minuti, a seconda dello spessore dei pancake.

7

Una volta che entrambi i lati sono cotti, toglili e ripeti fino a quando non si usa tutto il battitore. Mettere da parte i pancake per farli raffreddare.

8

Nel frattempo, montare la panna con un cucchiaio di zucchero.

9

Stendere una frittella con la pasta di fagioli adzuki e la panna montata. Un altro pancake in cima. Ripetere con i pancake e i ripieni rimanenti. Se lo fai in anticipo, spalmare la crema appena prima di servire.

Ingredienti

 3 uova
 120 grammi zucchero
 180 grammi farina per i dolci
 1 cucchiaino matcha
 ½ cucchiaio glucosio
 ½ cucchiaino lievito per i dolci
 2 cucchiaio olio vegetale
 300 ml panna da montare
 marmellata di ciliegia o di fagiolo adzuki, ricetta da seguire
Marmellata di fagiolo adzuki
 120 grammi fagioli rossi
 120 grammi zucchero
 1 cucchiaino sale

Preparazione

Marmellata di fagioli di adzuki
1

Immergere i fagioli rossi in una ciotola d'acqua durante la notte. Il giorno dopo, scolare e sciacquare i fagioli. Mettere i fagioli in una grande casseruola con l'acqua e portare ad ebollizione per 1 minuto. Abbassare il fuoco e cuocere per 2 ore. Aggiungere dell'acqua durante questo periodo, se necessario, per mantenere i fagioli completamente immersi.

2

Aggiungere metà dello zucchero e il sale ai fagioli e continuare a cuocere a fuoco medio per altri 2 minuti. Mescolare lo zucchero rimasto e cuocere, scoperto, per altri 45 minuti, fino a quando il liquido è evaporato e la miscela è diventata una pasta spessa. Lasciare raffreddare e quindi conservare in frigorifero per un massimo di 1 settimana.

Per i dorayaki
3

Sbattere le uova e lo zucchero fino a renderle lucide in una grande ciotola.

4

In una ciotola separata, setacciare la farina e della polvere di matcha insieme. Ripetere questo 3 volte in modo che il matcha e la farina si combinino bene.

5

Aggiungere lentamente la farina di matcha setacciata nella miscela di uova e piegare delicatamente. In una ciotola separata, mescolare insieme 85 ml di acqua e il glucosio e quindi aggiungere il lievito. Incorporare la farina e la miscela di uova, quindi unire per formare una pastella liscia e densa. Se la consistenza è troppo rigida, aggiungi un po' più di acqua. Mettere da parte per 15-20 minuti.

6

Scaldare un po' di olio o burro in una padella larga a fuoco medio-basso. Aggiungere mestoli di pastella alla padella per fare giri di 8-10 cm di diametro, adattandone quanti ne puoi mettere nella padella. Dopo alcuni minuti, le bolle dovrebbero iniziare a comparire sulla superficie e il fondo inizierà a diventare leggermente marrone. Capovolgere e cuocere l'altro lato per altri 2-3 minuti, a seconda dello spessore dei pancake.

7

Una volta che entrambi i lati sono cotti, toglili e ripeti fino a quando non si usa tutto il battitore. Mettere da parte i pancake per farli raffreddare.

8

Nel frattempo, montare la panna con un cucchiaio di zucchero.

9

Stendere una frittella con la pasta di fagioli adzuki e la panna montata. Un altro pancake in cima. Ripetere con i pancake e i ripieni rimanenti. Se lo fai in anticipo, spalmare la crema appena prima di servire.

Dorayaki

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento