Tajine Marocchino Cos’è e come si utilizza

Un tajine è una pentola a forma di cono tradizionalmente usata in Marocco. La base di un tajine marocchino è ampia e poco profonda mentre il coperchio conico aiuta a restituire vapore condensato al cibo.

La maggior parte delle ricette fatte in un tajine mettono in strati uno sopra all’altro aromi, carne e verdure, insieme a spezie, olio e acqua. Mentre la miscela cuoce, si sviluppa una consistenza simile allo stufato, producendo una salsa ricca e saporita che viene raccolta con del pane marocchino o del cous cous.

In questo post, spieghiamo tutte ciò che dovete sapere per diventare esperti nel utilizzo di un tajine!

Tajine di pollo con albicocche

Cosa è un tajine marocchino?

Un tajine è una parte importante della cucina marocchina ed è stato parte della cultura per centinaia di anni. La parola tajine ha in realtà due significati. Innanzitutto, si riferisce a un tipo di pentola nordafricana tradizionalmente realizzate in argilla o ceramica. Il fondo è un piatto circolare largo e poco profondo usato sia per cucinare che per servire, mentre la parte superiore del tajine è distintamente modellata in una cupola o cono arrotondato.

In secondo luogo, la parola tajine si riferisce anche al succulento piatto simile allo stufato cotto lentamente nelle pentole tradizionali. Tipicamente, un tajine è una ricca miscela di carne, pollame o pesce e molto spesso include verdura o frutta. Le verdure possono anche essere cotte da sole nel tajine.

Molte persone concordano sul fatto che l’origine del tajine risale alla fine del 18° secolo, quando Harun al Rashid governava l’Impero islamico. Tuttavia, esiste un’altra scuola di pensiero secondo cui l’uso della ceramica nella cucina marocchina è probabilmente di influenza romana. I romani erano conosciuti per le loro ceramiche e probabilmente portarono quella tradizione al loro dominio sull’Africa romana. In entrambi i casi, la prima apparizione di ricette in stile tajine è apparsa nel IX secolo nel libro Le mille e una notte.

Tajine di pollo con albicocche

Dove comprare un tajine?

Oggi, i tajine in ceramica sono esempi pratici ma squisiti di artigianato marocchino, e molti sono sia pezzi da esposizione che recipienti di cottura funzionali. Alcuni tajine, tuttavia, sono intesi solo per essere usati come piatti da portata decorativi.

Il tajine è fatto di argilla o ceramica e può essere lasciato com’è o ricoperto da un smalto. I tajine di argilla non smaltata sono favoriti da molti cuochi per la sfumatura terrosa che impartiscono ai piatti. I tagine sono disponibili in tutte le dimensioni; il più piccolo può contenere abbastanza cibo per una o due persone, mentre il più grande può contenere un pasto per otto o più persone.

Ci sono tanti posti dove potete acquistare un tajine. Se siete abbastanza fortunati, potete comprarne uno in Marocco, ma dovete stare attenti per le truffe. Un tajine è una pentola molto delicata. Abbiamo imparato questa lezione in passato. Un tajine poco costoso può esplodere quando lo mettete sul fuoco. E’ una pentola di ceramica molto delicata e se la state mettendo sul fuoco diretto – è una combinazione pericolosa. Il primo tajine che abbiamo comprato costava poco e la prima volta che l’abbiamo usato, ha iniziato a rompersi. Prima ho visto alcune crepe sul fondo, poi buchi giganti e poi il stufato ha allagato il piano cottura.

Ho dovuto comprare un’altro tajine e questa volta sono andata online e ho acquistato un tajine di Emile Henry – è una marca francese che non è particolarmente tradizionale, ma il tajine funziona perfettamente e – questa è la parte più importante – ha una garanzia di 10 anni – se fa le crepe, potete rimandarlo indietro e ve lo danno un nuovo! L’abbiamo fatto… perché non l’abbiamo ‘trattato’ prima di usarlo per la prima volta – uno sbaglio fatale – continuate a leggere per scoprire come ‘trattare’ il vostro tajine.

Abbiamo scelto alcuni tajine che sono i nostri preferiti. Se volete un tajine, dovete investire e spendere almeno €50. Lo so, è un prezzo alto per una pentola che non usate spesso, ma un tajine non è fatto solo per gli stufati marocchini. Ha mille usi, come scoperemo più in fondo! Il primo tajine che consigliamo è quello che noi usiamo a casa – come potete vedere in queste foto 🙂

L’abbiamo comprato 3 anni fa e funziona sempre perfettamente. Gli altri due sono anche buonissimi e sono stati consigliati dagli amici che li hanno. Sono tutti ideali per 4-6 persone.

I nostri tajine marocchini preferiti:

Come ‘trattare’ un tajine per la prima volta

I tajine sono fatti di terracotta, che viene cotta a temperature molto elevate e soggetta a crepe a meno che se non li trattate nel primo utilizzo.   Questo vale sia per quelli che costano pochi, sia per quelli che costano tanto. Se non seguite questi passi prima di usare il tajine per la prima volta, si romperà:

1. Immergere il coperchio e la base in acqua per almeno due ore o durante la notte. Poiché alcuni tajine sono piuttosto grandi, dovete essere creativi. Usate un grande secchio, una vasca da bagno, un lavandino, un lavandino per la lavanderia, un bacino di plastica. Se non potete trovare qualcosa di abbastanza grande da contenere il coperchio, capovolgetelo e riempitelo d’acqua.

2. Scolare l’acqua e asciugare il tajine. Se non è smaltato, strofinare l’interno e l’esterno del coperchio e della base con olio d’oliva.

3. Mettere il tajine in un forno freddo. Accendere il forno a 150°C e impostare il timer per due ore. Dopo due ore, spegnere il forno e lasciare raffreddare completamente il tajine nel forno. Lavare a mano il tajine raffreddato e rivestire l’interno con olio d’oliva prima di riporlo o utilizzarlo.

Precauzioni durante l’uso del tajine

I tajine si rompono se sottoposte a forte calore. Se non diversamente indicato, utilizzare un’impostazione del bruciatore bassa o una temperatura del forno non superiore a 160°C e attendere pazientemente che il tajine raggiunga un fuoco lento prima di aumentare il calore. I diffusori di calore sono consigliati per la cottura sui fornelli.

I tajine possono anche rompersi se soggette a rapidi cambiamenti di temperatura. Non aggiungere cibi o liquidi freddi a un tajine caldo e fare attenzione a non posizionare un tajine caldo su una superficie fredda. Allo stesso modo, non aggiungere liquidi caldi a un tajine freddo, né posizionare un tajine freddo in un forno preriscaldato.

Lavaggio e conservazione del tajne

Lavare a mano il tajine con sapone molto delicato, bicarbonato di sodio o aceto e sciacquare bene. Lasciare asciugare completamente il tajine, quindi ricoprire leggermente l’interno del coperchio e della base con olio d’oliva prima di riporlo.

È una buona idea conservare il tajine con il coperchio leggermente socchiuso in modo che l’aria possa circolare. I tajine in ceramica smaltata hanno la tendenza a modellarsi e questo aiuterà a prevenirlo. Se l’interno sviluppa un po’ di muffa, basta lavare il tajine e rivestirlo leggermente con olio d’oliva prima dell’uso.

Tajine di pollo con albicocche

Come utilizzare un tajine del Marocco

Come la maggior parte dei metodi di cottura lenta, preparare un tajine è facile e richiede pochissimo lavoro da parte del cuoco – la pentola fa tutto! Seguire questi suggerimenti.

Per iniziare – Portare il tajine a temperatura ambiente prima della cottura.

Aggiungere degli ingredienti – Cuocere leggermente la cipolla e le spezie. Aggiungere la carne e versare sopra il liquido, quindi coprire con il coperchio. Mettere nel forno o lasciare cuocere sul piano cottura. Poiché il tajine crea vapore durante la cottura, non è necessario aggiungere troppo liquido.

Servire – La bellezza del tajine è che è anche un ottimo piatto da portata. Ricordare che la base è calda, quindi proteggere il vostro tavolo.

Tajine di pollo con albicocche

Trucchi su come utilizzare il tajine

– Non mettere mai un tajine in lavastoviglie – lavarlo sempre a mano dopo l’uso.

– Tradizionalmente, il tajine viene cotto su carboni o fiamme libere, ma potete usare le fiamme di gas, elementi elettrici o persino nel forno.

– Quando è riscaldata, la ceramica si espande leggermente, a volte creando piccole e sottili crepe nello smalto. Questo va bene in quanto migliorerà la resistenza del tajine ai cambiamenti di temperatura.

Tajine di pollo con albicocche

Ricette marocchine per il tajine

Mentre gli stufati di tajine sono sicuramente il piatto più popolare e noto da preparare in un tajine, questo piatto può essere utilizzato per molto altro. Riso, couscous e fagioli vengono tutti favolosamente. Senza il coperchio, un tajine può essere usato come un teglia e poi portato direttamente sul tavolo.

Tagine di pollo e caco

Tajine di pollo con albicocche

Cous cous alle sette verdure

Ebook gratis
WEEKNIGHT EXPRESS include 10 ricette etniche esclusive. E' una collezione di pasti fatti per i giorni feriali esotici e sfiziosi, ma facili da preparare.
Iscriviti per ottenere 32 pagine di ricette da visualizzare sul tablet, e-book reader o telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.