Curry fai da te

Il curry indiano in polvere è una miscela fragrante di varie spezie, alcune o tutte già presenti nel vostro armadietto delle spezie. Quando fate il curry in casa è la scorciatoia creare velocemente un sapore indiano.

curry in polvere

Allora cos’è il curry indiano?

Prima di tutto, dovete sapere che la spezia curry in polvere è in realtà una miscela di diverse spezie. Esiste una pianta di curry, ma le foglie di curry non hanno lo stesso sapore del curry in polvere. Le foglie di curry hanno un sapore speziato, simile al limone e leggermente amarognolo che non può essere replicato da nessun altro ingrediente. Mentre la composizione del curry in polvere è una miscela di spezie che include tipicamente la curcuma, il coriandolo, il cumino, il fieno greco e il peperoncino rosso, con altre spezie aggiunte a seconda del marchio che si acquista.

Non tutte le polveri al curry sono uguali. La miscela, le proporzioni e la qualità e l’età delle spezie nella miscela possono essere tutte diverse. Potete comprare il curry in polvere ma è meglio farlo in casa. Non solo potete controllare la freschezza e la qualità delle spezie, ma anche sentire i sapori e la fragranza di ciascuna spezia. Con alcune prove ed errori, è possibile identificare quale spezia non vi piace e potete modificare la ricetta secondo i vostri gusti.

curry in polvere
curry in polvere

Curry ingredienti

La polvere di curry che acquisti al supermercato in realtà non è indiana. E mentre c’è un tempo e un posto in cucina per questa miscela di spezie, non la usiamo mai nelle nostre ricette indiane.

Ad esempio, mia nonna usa il curry in polvere in una ricetta di chutney di pomodoro che ha imparato da uno dei suoi amici australiani decenni fa. È come una salsa di pomodoro, ma speziata.

La polvere di curry gialla in vendita nei supermercato è una miscela inventata dai colonialisti britannici a metà del XVIII secolo per catturare i sapori dominanti della cucina indiana, non una piccola impresa considerando tutte le variazioni regionali nella cucina indiana, varianti basate in parte sulla spezia mescola, o masala, che gli indiani effettivamente cucinano a casa.

Sebbene questi occidentali abbiano etichettato questa miscela di spezie “curry”, ricreando le loro miscele in bottiglia e stabilendo il termine ancora usato per questa polvere in gran parte del mondo, i cuochi indiani più comunemente si riferiscono alle loro miscele di spezie quotidiane come “garam masala”. Mentre le spezie di base utilizzate nella cucina indiana sono abbastanza coerenti da una casa all’altra, ogni famiglia utilizza proporzioni e ingredienti diversi per creare il proprio gusto distinto. E, a differenza delle polveri di curry disponibili nel supermercato vostro, le garam masalas indiane sono in genere ancora macinate quotidianamente fresche per garantire i sapori più ricchi.

Oltre alla normale polvere di curry pesante alla curcuma, meglio riconosciuta dal suo aspetto giallo audace, un’altra miscela comune è la polvere di curry Madras, che è leggermente più piccante e ha una tonalità più rossa grazie alla prominenza dei peperoncini macinati nella miscela. Altre varietà comuni includono il curry Vindaloo, il curry più piccante preparato con maggiori quantità di peperoncini, il curry Maharajah, un curry dal sapore leggermente dolce e audace e il curry dolce, che è il più delicato di tutte le miscele.

Gli ingredienti della polvere di curry invece sono generalmente curcuma, coriandolo, cumino, peperoncino o pepe nero e semi di senape. Nella ricetta che condividiamo oggi, stiamo aggiungendo lo zenzero, la cannella e il peperoncino extra per le spezie.

Proprietà curry e benefici?

Il curry in polvere ha molteplici benefici per la salute grazie alla prevalenza di spezie come la curcuma, il fieno greco, il cumino e il coriandolo. La curcuma, una delle principali spezie in molti tipi di polvere di curry, può ridurre il rischio di diabete, secondo la Colorado State University. Uno studio su animali di laboratorio ha scoperto che il composto attivo della curcuma, la curcumina, previene i picchi di zucchero nel sangue e ha prodotto effetti antinfiammatori.

Il curry nel resto del mondo

L’altra cucina mondiale più famosa per i suoi curry è la cucina thailandese, che utilizza ingredienti simili a quelli del suo cugino indiano, ma ha un sapore e un aroma più speziati, con un uso più significativo di semi di coriandolo e peperoncini. Tuttavia, i piatti di curry tailandesi, che vengono in varietà rosse, gialle e verdi, sono solitamente realizzati con pasta di curry, piuttosto che una polvere.

Altre regioni associate al curry includono l’Africa e i Caraibi, a causa della grande quantità di migranti indiani che si stabilirono in Sudafrica e su isole come Trinidad e Giamaica. Mentre il curry giamaicano in polvere, preparato con senape piccante, grani di pepe e peperoncini, è noto per il suo intenso calore, il curry trinidadiano è una miscela più mite.

I curry sudafricani, d’altra parte, precedono l’invenzione britannica del curry in polvere e furono creati per la prima volta nel continente 250 anni fa dalla grande popolazione di coloni indiani nella zona. L’approccio africano al curry in polvere viene in genere chiamato Ras El Hanout, ed è una miscela di una varietà delle loro spezie più pregiate.

Scopri 10 curry da tutto il mondo!

Come si prepara il curry fai da te?

Mettere tutte le spezie in una macinacaffè e macinare fino a che sono liscie. Se non avete un macinacaffè, frantumare le spezie in un mortaio fino a quando non diventano con una polvere. Non c’è bisogno di tostare prima le spezie. Facile no?

curry in polvere
curry in polvere

Come usare il curry fai da te

La polvere del curry è un’aggiunta fantastica ai gustosi piatti di carne, e spesso la usiamo in marinate o strofinata a secco per le carni di manzo, anatra e maiale prima di cuocerli sulla griglia. Ne aggiungiamo anche un pizzico alle patatine fritte o alle verdure arrosto, e al riso cotto al vapore per un sapore inaspettato e riscaldante.

Come conservare il curry in polvere

Mantenere tutte le vostre spezie in un luogo fresco e buio. Se comprate le spezie fresche e preparate il curry in polvere in casa, sarà buona da 18 mesi a due anni prima di iniziare a perdere sapore.

Un tipico curry da supermercato ha una vita di circa un anno. Quindi, se trovate che dovete usarne di più per sentire il suo sapore nel piatto è ora di prendere un barattolo fresco.

Sostituto per il curry fai da te

Semi di cumino e coriandolo tostati formano la base della maggior parte delle miscele di polvere di curry e possono funzionare come un sostituto veloce.

curry in polvere
curry in polvere

La ricetta per il curry fai da te

Tempo di preparazione5 minCottura5 min
DifficoltàPrincipiante

DOSI PER:

1/3 tazza

&nbsp

Ingredienti

14g di coriandolo macinato
14g di cumino macinato
10g di curcuma macinata
2 cucchiaini di zenzero macinato
1 cucchiaino di senape secca
1/2 cucchiaino di pepe nero macinato
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di semi di cardamomo macinato
1/2 cucchiaino di peperoncino

Preparazione

1

Aggiungere tutte le spezie in un piccolo barattolo e agitare. Se volete, potete tostare le spezie fino a renderle fragranti prima di metterle nel barattolo.

Ingredienti

 14g di coriandolo macinato
 14g di cumino macinato
 10g di curcuma macinata
 2 cucchiaini di zenzero macinato
 1 cucchiaino di senape secca
 1/2 cucchiaino di pepe nero macinato
 1 cucchiaino di cannella in polvere
 1/2 cucchiaino di semi di cardamomo macinato
 1/2 cucchiaino di peperoncino

Preparazione

1

Aggiungere tutte le spezie in un piccolo barattolo e agitare. Se volete, potete tostare le spezie fino a renderle fragranti prima di metterle nel barattolo.

Curry fai da te

Provare il curry in queste ricette:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.